La Rievocazione Storica di Palmanova

Lang ItaLang Eng

 

La Rievocazione Storica rappresenta ormai da 39 anni uno degli eventi di maggiore importanza per la città stellata, dove centinaia di figuranti rivestono preziosi abiti e indossano elmi e corazze, ricreando così la stessa atmosfera di 400 anni fa.
Il Gruppo Storico di Palmanova vuole offrire una rievocazione ricca di novità, riproponendo due appuntamenti di gran successo: la Festa del Redentore e A.D. 1615 Palma alle Armi.

La Festa del Redentore, Patrono del Duomo Dogale e della Fortezza, si svolge il secondo weekend di Luglio. Con essa si vuole commemorare ciò che avvenne nel lontano 22 luglio 1602, quando il Provveditore Generale nella Patria del Friuli - Gerolamo Cappello - fece innalzare, sul pennone della piazza, il Vessillo della Serenissima Repubblica di Venezia, che aveva edificato la fortezza come baluardo difensivo agli estremi confini orientali dei territori repubblicani. Nobili e dame si esibiranno in eleganti balli di corte, picchieri e alabardieri, agli ordini dei rispettivi comandanti e capitani, vigileranno all'interno della fortezza, mentre gli spalti saranno sorvegliati dai moschettieri, il tutto da cornice all'innalzamento del Gonfalone con l'effige del Leone di San Marco.
Lo spettatore potrà assistere alla sfilata dei rievocatori, a spettacoli teatrali e la domenica sera, per concludere, a una meravigliosa cornice di luci e fuochi che accompagneranno l'ammainamento del Gonfalone da parte dei figuranti che lo conserveranno fino all'anno successivo, quali gelosi custodi di un passato ricco di fascino e splendore.

Il primo weekend di Settembre vi sarà A.D. 1615: Palma alle Armi, che vedrà la fortezza di Palma messa sotto assedio dall'imponente esercito asburgico, il quale, oltre all'Impero Ottomano, minacciava costantemente i confini della Serenissima.

Tale evento vuole rievocare i conflitti che presero luogo nella pianura friulana nel Settembre 1615, ove, non lontano dalla città stellata, vi era inoltre la cruenta Guerra di Gradisca.
Lo spettatore potrà assistere a manovre militari e grandi battaglie campali del '600, ammirare gli accampamenti delle truppe (provenienti da altre regioni italiane e nazioni europee), partecipare ai diversi festeggiamenti che si terranno per tutta Palmanova, con balli popolari e di corte, musiche e rullate di tamburi, duelli tra i migliori spadaccini, spettacoli teatrali, mercatini storici, specialità enogastronomiche locali, fuochi e molto altro per tenere alto il morale dei soldati e della popolazione in attesa del richiamo alla guerra.
Inoltre, per dare una maggiore speranza di vittoria alla città, su ordine del Provveditore Generale verrà issato sul pennone della piazza il Gonfalone della Serenissima Repubblica di Venezia, il quale sarà ammainato al cessare delle ostilità.